Un petto ben definito e scolpito è indice di virilita e atleticita’. Molto spesso nonostante diete forzate e allenamenti costanti, alcuni uomini presentano un “seno “maschile ossia una ghiandola mammaria in esubero rispetto alle condizioni normali.

Questa inestetismo chiamata in gergo scientifico ginecomastia è in realtà una condizione largamente diffusa, creando non pochi disagi psicologici soprattutto in estate, per delle imbarazzanti protuberanze femminili. Le cause di questo inestetismo sono ascrivibili ad una miriade di fattori, tra cui un’alterazione dell’assetto ormonale, predisposizione genetica, utilizzo di anabolizzanti.

Cosa Fare

La ginecomastia viene classificata in tre sottogruppi facilmente diagnosticabili tramite l’ispezione o una semplice indagine ecografica:

  • falsa: il volume del “seno” maschile dipende in larga misura dal tessuto adiposo in eccesso
  • mista: senza dubbio la più diffusa, dove si assiste alla presenza contestuale di grasso e tessuto ghiandolare più del normale
    vero: nei casi in cui si è un effettivo accumulo di tessuto ghiandolare in esubero.

LIPOSCULTURA ASSOCIATA A RIMOZIONE DELLA GHIANDOLA MAMMARIA

questa tecnica chirurgica rappresenta la scelta terapeutica per la risoluzione della tipologia piu’ diffusa di ginecomastia ossia quella mista: una condizione nella quale si presentano contestualmente gli eccessi adiposi e della ghiandola mammaria. Si basa sulla lipoaspirazione del tessuto adiposo in eccesso e alla eventuale rimozione (tramite un piccolo taglio a ridosso del capezzolo) della ghiandola mammaria in eccesso. Non raramente questa metodica viene integrata con un piccolo lifting con rimozione della cute (tramite taglio periareolare ) che si è progressivamente formata sotto il peso del “seno” maschile.

  • Indicazioni: pazienti che presentino un grado moderato severo della ginecomastia
  • Vantaggi: consente spesso di risolvere l’inestetismo in un’unica seduta
  • Svantaggi: necessita di indossare una guaina per circa 20 giorni
  • Anestesia: locale e con sedazione
  • Convalescenza: circa 2/3 giorni.

LASER-LIPOLISI

Si basa sull’utilizzo di un sistema laser assistito che tramite l’immissione di una micro cannula di 2 mm , scioglie il tessuto adiposo e quello ghiandolare in eccesso. In effetti, la fibra laser utilizzata (diodo 808) della grandezza di 1 mm, introdotta attraverso un taglio cutaneo di circa 2/3 mm, surriscalda il tessuto adiposo fino a renderlo oleoso, e distrugge la struttura ghiandolare mammaria in esubero.

  • Indicazioni: ginecomastia di grado lieve;
  • Vantaggi: rapida esecuzione;
  • Svantaggi: non consente di risolvere gli eccessi cutanei;
  • Anestesia: locale con sedazione
  • Convalescenza: circa 2/3 giorni

Contattami per un consulto

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali";

  • Before-Sviluppo mammelle uomo
    After-Sviluppo mammelle uomo
    PrimaSviluppo mammelle uomoDopo
Ginecomastia
  • Before-Ginecomastia
    After-Ginecomastia
    PrimaGinecomastiaDopo
Ginecomastia
  • Before-Sviluppo mammelle uomo
    After-Sviluppo mammelle uomo
    PrimaSviluppo mammelle uomoDopo
Ginecomastia
  • Before-Laserlipolisi
    After-Laserlipolisi
    PrimaLaserlipolisiDopo
Laserlipolisi

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Cliccando su "accetta" acconsenti all'uso dei cookie, ma puoi disattivarlo se lo desideri. Puoi scoprire di più su quali cookie stiamo utilizzando o come disattivarli nel riquadro in basso.

Impostazioni della Privacy
Nome Abilitato
Cookie Tecnici
Per utilizzare questo sito web usiamo i seguenti cookies tecnici necessari: wordpress_test_cookie, wordpress_logged_in_, wordpress_sec.
Cookies
Utilizziamo i cookie per offrirti un'esperienza migliore sul sito web.
Privacy Policy
Verifica se hai accettato la nostra privacy policy.